Visitare i Sassi di Matera in un paio d’ore

Il centro storico di Matera, da più di vent’anni iscritto nel patrimonio UNESCO, è meta di turismo in ogni periodo dell’anno. Ecco cosa vedere dei noti Sassi se hai poco tempo a disposizione.

La Casa Grotta del Casalnuovo sarà la prima e fondamentale tappa della tua visita. L’abitazione è scavata nella roccia e racconta storie e culture della popolazione contadina materana. A rendere tutto più suggestivo è l’ubicazione della Casa Grotta: davanti a essa si distende infatti il panorama delle Murge, ottimo per scattare una bella foto. Anche per questo motivo, la Casa Grotta, rimane aperta solamente nelle ore di luce del giorno: dalle 9.30 alle 17.30 d’inverno e fino alle 19.30 in primavera e in estate.

Casa Grotta Casalnuovo
La vita nei Sassi




Passeggiando per circa cinque minuti verso nord, lungo il Rione Casalnuovo, arriverai alla seconda tappa della tua veloce escursione in Basilicata. Santa Lucia delle Malve è una chiesa rupestre, senza dubbio la migliore (a Matera sono presenti molte chiese di questo tipo). Sui muri, potrai ammirare ancora oggi affreschi di grande valore artistico e culturale. Per capire in toto l’unicità della chiesa rupestre ti consiglio di affidarti a una guida turistica. Attento agli orari di apertura: da novembre a marzo, la chiesa rupestre chiude alle 14. L’entrata costa 3€ ma, se scegli uno dei tanti pacchetti di offerte proposti sul sito di Matera, potrai risparmiare qualcosa.

Queste due escursioni ti faranno capire e apprezzare, in poco tempo, la vita e la storia dei Sassi di Matera. Solitamente Matera è visitata da chi arriva a Bari con le navi da crociera, per cui le ore a disposizione del turista sono sempre limitate.