Cinque Terre: cosa, come e quando visitarle

Cosa

Le Cinque Terre sono un motivo d’orgoglio del turismo italiano e fanno parte da una ventina d’anni del Patrimonio dell’Unesco.

I cinque borghi che danno il nome al parco nazionale delle Cinque Terre, sono, da ponente a levante, Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

Come

La conformazione geologica di queste zone ha impedito di costruire una strada veloce che collegasse tutte le cinque località. Per questo motivo, il mezzo migliore per la visita è il treno (Cinque Terre Express), partendo dalle stazioni di Levanto o La Spezia Centrale.

Arrivando dal ponente ligure ti conviene lasciare l’auto a Levanto. Il parcheggio della stazione è a pagamento a tariffa oraria (1,20€) o giornaliera (8€). Meglio optare per la seconda opzione e visitare Monterosso and co senza ansie da parchimetro.



Se invece arrivi dalla Toscana, l’ultima stazione prima delle Cinque Terre dove lasciare l’auto è quella di La Spezia. Al parkstazione i parcheggi costano leggermente di più che a Levanto (1,50€ all’ora). Se sei particolarmente tirchio il parcheggio di Piazza D’Armi offre 150 posti auto gratuiti ma dista circa un chilometro dalla stazione.

I treni che collegano tutte le Cinque Terre partono ogni mezz’ora circa, per maggiori informazioni basta consultare il sito di Trenitalia. Le stazioni di Monterosso, Vernazza, Manarola e Riomaggiore sono centrali rispetto ai rispettivi borghi. Corniglia, invece, essendo la più alta delle Cinque Terre, non ha la ferrovia vicina. Per raggiungere il borgo esiste un servizio navetta che costa 1,50€ a tratta (compra il biglietto nella biglietteria della stazione perché a bordo costa di più). La navetta parte qualche minuto dopo l’arrivo del treno.

Da Manarola a Riomaggiore è d’obbligo percorrere la Via dell’Amore, una passeggiata a picco sul mare di un chilometro circa. Purtroppo, nel corso degli ultimi anni alcune frane ne hanno costantemente minacciato l’apertura e la sopravvivenza. Dovrebbe riaprire nel 2018.

Quando

Il miglior periodo per visitare il parco delle Cinque Terre è in primavera, quando si può trovare il giusto compromesso tra bel clima e poco affollamento. Se non vuoi correre da una Terra all’altra scegli una giornata bella lunga, con l’ora legale, e dedicala tutta alla visita delle Cinque Terre.