Cala Violina: la spiaggia selvaggia della costa toscana

La Toscana è una splendida regione, caratterizzata da bellissime città, ottimi paesaggi, magici piccoli borghi e una cultura gastronomica tra le più famose al mondo.

Il punto negativo toscano, se vogliamo trovarne uno, è la costa e le sue spiagge. Chilometri di distese sabbiose, stabilimenti balneari in ogni dove e mare di quelli dove si tocca anche al largo: insomma, non il massimo per un amante delle piccole calette e delle ambientazioni più selvagge.





E qui arriva la nostra eccezione che conferma la regola. L’eccezione si chiama Cala Violina ed è una bellissima insenatura nel comune di Scarlino. Siamo nel golfo di Follonica, in piena Maremma, qualche chilometro più a nord della rinomata Punta Ala.

L’origine del nome pare sia dovuto al rumore prodotto dalla sabbia quando viene calpestata che ricorda un’orchestra di violini.

La spiaggia, formata da sabbietta bianca e racchiusa da due scogliere, è abbastanza grande ma non immensa come siamo abituati a vedere in Toscana. La prima cosa che si nota è  l’assenza di rumori di civiltà: non si sentono macchine o altri rumori, anche se il camion-bar che si trova dietro la spiaggia, oltre a permetterci di non portarci il cibo da casa, ci ricorda che non siamo finiti in un’altra epoca. Il posto è  molto pulito, anche grazie alla presenza dei bagni chimici. Subito alle spalle della spiaggia, all’ombra dei pini marittimi, ci sono aree attrezzate per i picnic con tavoli e panche di legno.

Insomma, Cala Violina ha veramente poco da invidiare ai litorali sardi.

Come arrivare.
Non seguire il navigatore, nella maggior parte dei casi ti porta a perdere. L’unico vero modo per arrivare a Cala Violina è percorrere la SP158 e svoltare a destra (se si viaggia in direzione Punta Ala, altrimenti a sinistra) al chilometro 10 circa.

L'incrocio visto da Google Street View
L’incrocio visto da Google Street View

Dopo aver svoltato ti troverai in un parcheggio a pagamento (7€ tutto il giorno; 3,50€ metà giornata) dove poter lasciare l’auto. Ma il mare è ancora lontano.

Inizierà ora un percorso da fare a piedi (o in bicicletta) di 1,6km. La passeggiata è facilmente percorribile da tutti, pure in infradito, passeggini o carrozzine. Presenta qualche sali e scendi ma in fin dei conti è  fattibile anche da chi non è per nulla allenato.

Un consiglio: prendi la camminata con filosofia, godendo del paesaggio, leggendo i cartelli esplicativi della fauna circostanze e chiacchierando con gli amici. In meno di una mezzora si raggiunge la spiaggia.